I 10 giardini più belli del Piemonte: oasi di colori, profumi e magici panorami

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)
I 10 giardini più belli del Piemonte: oasi di colori, profumi e magici panorami

Tra le varie bellezze del Piemonte ci sono sicuramente i suoi magnifici giardini, le preziose cornici che racchiudono i meravigliosi castelli disseminati su tutta la regione. Qui il genio dell’uomo si è unito alla grandezza della natura: fiori, piante e viali alberati incastonati in forme studiate ed elaborate da architetti e giardinieri per creare queste bellissime oasi.

 

Nei loro viali passeggiavano re, regine, principi e principesse e, oggi, inoltrarsi in queste grandiose opere è come camminare nella storia. I giardini infatti, lungi dall’essere stati solo luoghi di svago e frivolezze, erano anche teatro di importanti decisioni.

 

Se siete degli appassionati di giardini o semplicemente volete godere di questi angoli meravigliosi sparsi nelle varie province del Piemonte, ecco la nostra selezione dei giardini più belli della nostra regione.

 

I 10 giardini più belli del Piemonte:

 

Giardini Botanici di Villa Taranto


Foto Credits
Impossibile non iniziare questa selezione dei giardini più belli del Piemonte dai Giardini Botanici di Villa Taranto situati sulla sponda piemontese del Lago Maggiore tra Intra e Pallanza. Ben 16 ettari di giardini terrazzati che, dal 1931 quando il capitano scozzese Neil Boyd Watson McEacharn decise di comprarli e trasformarli in questa galleria d’arte botanica, sbocciano ogni primavera per la gioia dei suoi visitatori.

 

Indirizzo: Via Vittorio Veneto, 111 – 28922 Verbania Pallanza (Verbano-Cusio-Ossola)

 

Giardini della Reggia di Venaria


Fausto Lanzetti/Shutterstock
Riaperti nel 2007 dopo i lavori di restauro, i giardini che circondano la bellissima Reggia di Venaria Reale rappresentano oggi uno stretto straordinario connubio tra antico e moderno, un dialogo virtuoso tra resti archeologici e opere contemporanee circondati dal Parco La Mandria e dal maestoso panorama delle Alpi.

 

Indirizzo: Piazza della Repubblica, 4 – Venaria Reale (Torino)

 

Il Parco del Castello di Masino


© Flavio Pagani / FAI – Fondo Ambiente Italiano
Nel parco che circonda il Castello di Masino potrete ammirare due zone distinte: un “giardino all’italiana” con un maestoso viale, un particolarissimo e tipico labirinto e il giardino dei cipressi ed un settore “all’inglese” dove prevale l’aspetto spontaneo della natura.

 

Indirizzo: Via del Castello, 1 – 10010 Masino (Torino)

 

Il Giardino dell’Isola Bella


Master1305/Shutterstock
L’isola Bella è una delle Isole Borromee che si trovano nel mezzo del Lago Maggiore. Sull’isola oltre allo splendido palazzo barocco, realizzato tra il XVII ed il XIX secolo, c’è il bellissimo giardino all’italiana di stile barocco che si sviluppa su parterres e terrazze costruite ad altezze differenti ed arricchiti da statue, obelischi, scalinate, balaustre in pietra, preziose piante e fiori. Incastonato nelle acque del lago questo giardino è sicuramente uno dei più romantici ed incantati del Piemonte.

 

Indirizzo: Isole Borromeo – 28838 Stresa (Verbano Cusio Ossola)

 

Oasi Zegna


Un parco naturalistico in provincia di Biella che ricopre ben 100 chilometri quadrati costruito negli anni ’30 per volontà dell’imprenditore Ermenegildo Zegna, fondatore del Gruppo Zegna, che volle regalare questa incredibile opera al suo paese natale. Da vedere assolutamente la meravigliosa Conca dei Rododendri (maestoso giardino montano dalle linee armoniose splendido in primavera e in autunno) ed il Bosco del Sorriso (un percorso nella natura per scoprire i benefici bioenergetici che le piante possono avere sull’organismo).

 

Indirizzo: Località Bielmonte – 13900 Piatto (Biella)

 

Il Parco del Castello di Miradolo


Di ispirazione inglese, il parco di 6 ettari che circonda il Castello di Miradolo è caratterizzato da un gusto romantico con una forma ovale arricchita da una rigogliosa vegetazione che si affaccia su una grande radura centrale. All’ingresso il maestoso viale di Tigli vi accoglierà e vi porterà nel grande prato centrale dove potrete ammirare l’alta Sequoia, il grande bosco di Bambù e lo storico Ginkgo Biloba abbracciati dalle alte siepi che circondano il parco e corrono lungo le mura.

 

Indirizzo: Via Cardonata, 2 1- 0060 San Secondo di Pinerolo (Torino)

 

Il Parco del Castello di Pralormo


Foto Credits
Un fastoso parco all’inglese circonda il Castello di Pralormo, residenza nobiliare di origini medievali. Il parco risale alla seconda metà dell’Ottocento quando il Conte Carlo Beraudo di Pralormo chiese all’architetto Ernesto Melano di trasformare la dimora. Il giardino fu affidato al paesaggista Xavier Kurten. Grandi viali e distese erbose, caratteristica comune dei progetti di Kurten, tigli, querce, cedri, lillà e altre piante fanno parte del cosiddetto “percorso di delizie nel giardino”, che si propone di stupire il visitatore con vedute, colori, suoni, angoli pittoreschi e romantici che sembrano naturali e non costruiti artificialmente. Ogni anno qui si svolge la manifestazione Messer Tulipano.

 

Indirizzo: Via Umberto I, 26, 10040 Pralormo (Torino)

 

Il Giardino di Villa Ottolenghi


© Foto villaottolenghi.it
Un moderno giardino costruito nel 1955 nel comune di Aqui Terme tra i boschi ed i vigneti. Il giardino, creato dell’architetto paesaggista Pietro Porcinai, fu realizzato intorno a Villa Ottolenghi, opera di diversi architetti razionalisti tra cui Marcello Piacentini. Con il suo progetto Porcinai è riuscito a collegare spazi che inizialmente si presentavano separati. Qui potrete ammirare una duna ondulata, un giardino roccioso ed un lungo pergolato che conduce verso la casa degli artisti, residenza voluta da Astolfo Ottolenghi e dalla moglie, l’artista Herta von Wedekind zu Horst.

 

Indirizzo: Str. Monterosso – 15011 Acqui Terme (Alessandria)

 

Parco della Villa Pallavicino


Foto Credits
Villa Pallavicino, la splendida dimora ottocentesca con una vista mozzafiato sul Lago Maggiore, è circondata da un incantevole giardino all’inglese che si estende su un’area di circa 200.000 mq in cui si alternano viali fioriti, prati, grandi alberi secolari, un laghetto e un giardino botanico. Oltre alla flora, arricchiscono il parco numerose specie di mammiferi e uccelli esotici tra cui daini, canguri, zebre, fenicotteri, lama, pappagalli e pavoni. Un luogo davvero magico.

 

Indirizzo: Via Sempione SUD, 8, 28838 Stresa (Verbano Cusio Ossola)

 

Parco del Castello del Roccolo


s74/Shutterstock
Sulle colline di Busca, a metà strada tra Cuneo e Saluzzo, si trova il romantico castello dal gusto neogotico. Intorno ad esso si estende il Parco del Roccolo, un giardino plurisecolare di oltre creato secondo le regole del tipico “giardino romantico” con statue, grotte, punti panoramici e giochi d’acqua con laghetti, fontane e piccole cascate. Al suo interno si trova inoltre la struttura delle “Serre”, realizzate tra il 1846 e il 1850, dalla cui terrazza si può ammirare un panorama mozzafiato sulla pianura circostante.

 

Indirizzo: Strada Romantica -12022 Busca (Cuneo)

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< dicembre 2017 >>
lmmgvsd
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Eventi a Torino

Vuoi pubblicizzare la tua attività su GuidaTorino? Contattaci subito!
X