La Reggia di Venaria Reale

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 3 . Media: 4,00 su 5)

Progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte per volontà del duca Carlo Emanuele II che voleva farne la sua residenza di caccia e costruita in pochissimo tempo, dal 1658 al 1679, la Reggia di Venaria è sicuramente una delle maggiori e più belle residenze sabaude. Imponente, fastosa, il suo progetto fu ripreso per la costruzione della reggia per antonomasia, quella di Versailles. La Reggia di Venaria fa parte dal 1997 del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
 

Il complesso, di cui fa parte la reggia, è costituito da circa 80.000 m2 di terreno calpestabile, include il parco ed il borgo storico di Venaria. Al borgo si unirono successivamente altre case e palazzi di semplici cittadini che vollero abitare nei dintorni della Reggia, fino a che Venaria Reale divenne comune autonomo della provincia di Torino. I giardini della reggia furono persi a causa dei francesi di Napoleone che li trasformarono in piazza d’armi. Solo in seguito furono ripresi i lavori di risanamento dell’ambientazione naturale circostante. Dal 2007, dopo otto anni di restauri, gli splendidi giardini del complesso della reggia di Venaria rappresentano il fiore all’occhiello di questa magnifica costruzione con gli spazi dei Giardini all’Inglese, quello dei Fiori e delle Rose, e l’area dei boschetti.

 

Agli inizi del Settecento Filippo Juvarra lavorò al complesso e in particolare alla costruzione della Gran Galleria e parallelamente della Chiesa di Sant’Uberto, incastonata tra i palazzi tanto da non permetterne la costruzione della cupola. Gli ultimi lavori, che riguardavano le scuderie, il maneggio, la scala della Reggia di Diana e la galleria di Sant’Uberto furono realizzati tra la seconda metà del Settecento e l’inizio dell’Ottocento.

 

Nella meravigliosa cornice delle scuderie Juvarriane è stata allestita in occasione dell’ostensione della Sindone nel 2010 una mostra incentrata sulla figura di Cristo e sulla sua rappresentazione nella pittura e nella scultura. “Gesù. Il corpo, il volto nell’arte”, questo il titolo della mostra curata da Mons. Timothy Verdon e organizzata dal Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Oltre 180 opere con capolavori, fra gli altri, di Andrea Mantegna, Luca della Robbia, Giovanni Bellini, Antonio del Pollaiolo, Correggio, Giorgione, Paolo Veronese, Tintoretto, Annibale e Ludovico Carracci, Guercino, Donatello, Rubens e Michelangelo con il suo magnifico Crocifisso ligneo fiorentino saranno esposti fino al 1° Agosto 2010. Una mostra coinvolgente per continuare l’emozionante cammino iniziato con la visione del telo che avvolse il corpo di Gesù.

 

Informazioni Pratiche

 
Indirizzo: Piazza della Repubblica 4, Venaria Reale (TO) – ITALIA
La Reggia di Venaria è situata poco fuori Torino ed è raggiungibile in bus, treno ed in auto.
 
Orari della Reggia:
Dal martedì al venerdì: dalle ore 10 alle 18
Sabato, domenica e festivi:dalle ore 9.30 alle 19.30
Chiuso il lunedì
 

Attenzione: i giardini della Reggia hanno orari di visita diversi nei diversi mesi dell’anno
 

Biglietti:
Reggia + Giardini : 16 € (ridotto 14 €)
Reggia + Giardini + Mostra: 25 €
 

Potete acquistare i biglietti per la Venaria Reale direttamente online qui.

 

La Reggia di Venaria mette a disposizione dei turisti un’Applicazione Gratuita per una visita guidata interattiva. Potete sccaricare l’app qui. Per ulteriori informazioni sugli orari, le visite guidate, le mostre e le altre iniziative potete consultare il sito ufficiale della Reggia di Venaria.

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< dicembre 2016 >>
lmmgvsd
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1

Eventi a Torino

Vuoi pubblicizzare la tua attività su GuidaTorino? Contattaci subito!
X