Villa Sartirana, il Parco della Tesoriera e la Biblioteca Civica Musicale di Torino

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 5 . Media: 4,80 su 5)

Villa Sartirana è un edificio in stile barocco costruito tra il 1713 ed il 1715 situata nella IV circoscrizione della città di Torino. Questa villa è più comunemente conosciuta con il nome di Villa Tesoriera poiché costruita per il potente tesoriere e consigliere dello Stato Sabaudo Aymo Ferrero di Cocconato.

 

La villa, opera dell’architetto Jacopo Maggi che si ispirò per questo progetto alle opere di Guarino Guarini, fu inaugurata nel 1715 alla presenza del re Vittorio Amedeo II. Gli ambienti della villa sono caratterizzati da affreschi e stucchi in pieno stile barocco. L’edificio fu ampliato nel corso dell’800 con una nuova ala ad est e la cappella e poi ancora nel ‘900 quando vennero aggiunte un’altra ala ad ovest, lo scalone e la biblioteca.

 

La villa appartiene fin dal 1971 al Comune di Torino ed è oggi sede della Biblioteca Civica Musicale “Andrea Della Corte”. La Biblioteca, dedicata al noto musicologo, possiede numerose raccolte di musica classica e jazz a cui si sono aggiunti nel corso degli anni anche altri generi. È possibile consultare le raccolte nell’area multimediale, prendere in prestito volumi, libretti d’opera, periodici, CD, videocassette e DVD. La biblioteca dispone inoltre di una sala musica dotata di pianoforte digitale, tastiera digitale, tastiera midi collegate a due computer DAW e chitarra elettrica che può essere usata come studio virtuale per ideare, eseguire e registrare musica.

 

La Villa è circondata poi dal Parco della Tesoriera, un immenso giardino di circa 75.000 metri quadri incastonato tra corso Francia, corso Monte Grappa, via Borgosesia e via Asinari di Bernezzo. Ricco è il patrimonio vegetativo del parco che annovera numerose specie italiane, ma anche esotiche. Troviamo ad esempio la robinia (originaria dell’America Settentrionale) e la quercia rossa (originaria dell’estremo oriente), ma anche specie a noi più note come il faggio, l’olmo, l’acero ed il frassino. All’ingresso del parco, si trova poi un grandissimo platano che è stato piantato lì nel XVIII secolo ed è l’albero più antico della città di Torino, soprannominato per questo “il nonno”.

 

Il Parco della Tesoriera è anche conosciuto dai torinesi come Giardin dël Diav (Giardino del Diavolo). Secondo la leggenda ogni tanto un cavaliere nero arriva galoppando nel parco e poi scompare. Forse si tratta del fantasma del Tesoriere Ajmo Ferrero di Cocconato che abita ancora la sua meravigliosa villa.

 

La Villa ed il Parco della Tesoriera non sono certamente tra le più famose attrazioni turistiche di Torino, ma meritano sicuramente di essere visitate. Guida Torino vi invita a visitare questo piccolo gioiello barocco ben custodito nella città ed il suo parco incantevole pieno di fiori e alberi maestosi che aspettano solo di essere scoperti.

 

Informazioni Pratiche

 

Indirizzo:
Corso Francia, 186 / 192 – 10145 Torino
Via Borgosesia, 33/a – 10145 Torino
Via Asinari di Bernezzo, 23 – 10145 Torino

 

Orario Biblioteca Civila Musicale “Andrea Della Corte”:
Il lunedì, martedì e giovedì: dalle 9.15 alle 18.45
Il mercoledì e il venerdì: dalle 9.15 alle 16.45
Chiusa il sabato e la domenica

 

Orario Parco della Tesoriera:
Dal 1° novembre al 28-29 febbraio dalle 7.30 alle 19.00
Dal 1° marzo al 31 maggio dalle 7.30 alle 21.00
Dal 1° ottobte al 31 ottobre dalle 7.30 alle 21.00
Dal 1° giugno al 30 settembre dalle 7.30 alle 24.00

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< maggio 2017 >>
lmmgvsd
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Eventi a Torino

Vuoi pubblicizzare la tua attività su GuidaTorino? Contattaci subito!
X