British Irish Film Fest 2018 a Torino: tanti film, musica e street-food

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)
British Irish Film Fest 2018 a Torino: tanti film, musica e street-food

Dal 5 al 7 ottobre 2018 si svolge a Torino il British Irish Film Fest, l’appuntamento annuale dedicato alla cultura d’oltremanica.

 

Un programma ricco, variegato e di grande qualità avrà luogo negli spazi del CineTeatro Baretti, di via Baretti, 4.

 

Il format anche quest’anno rimane lo stesso: 3 giorni, 1 location, 8 film rigorosamente in lingua originale (sottotitolati in italiano), 3 italian première, 1 live, 2 djset, 1 market, fish&chips e tante pinte di birra in San Salvario, uno dei quartieri più vivi di Torino.

 

Al centro di questa manifestazione tematiche attuali e interessanti in programmazione per cinefili ed amanti della musica che soddisferanno la propria curiosità con delle vere e proprie chicche.

 

Ma British Irish Film Fest 2018 non è solo cinema e musica ma anche letteratura, enogastronomia e tanto altro ancora. Insomma la cultura anglosassone sbarca a Torino e lo fa in grande per un fine settimana dall’accento britannico.

 

venerdì 05 ottobre:

dalle 17.00: resident pub, il market di vinili e libri a tema, gli stand dedicati allo street food.
dalle 18.30: il “palco naturale” dei balconi dei palazzi di Via Baretti, offrirà lo spazio per il vertical djset curato da RadioBanda Larga, partner dell’evento.
alle 20.00: prima proiezione, in première italiana, di Swimming With Men (2018), per riconquistare l’amore della moglie, un uomo decide di immergersi nel mondo del nuoto sincronizzato maschile. Il regista Oliver Parker (St. Trinian’s, Dorian Gray, L’importanza di chiamarsi Ernest), dirige questa commedia del 2018 dipingendola in puro stile british.
dalle 22.00, il djset curato da Primo Amore con Hooligan Edition per far ballare tutto il quartiere.

 

sabato 06 ottobre

alle 14.00 apertura dell’area market
alle 15.00 la prima proiezione, tutte in première italiana, della giornata con No Stone Unturned, (2017), il premio Oscar Alex Gibney (come miglior documentario) indaga e narra gli eventi accaduti, il 18 giugno 1994, il massacro di sei innocenti cattolici in un pub a Loughinisland, e le presunte coperture del RUC (Royal Ulster Constabulary). Il film è stato presentato all’ultima edizione del New York Film Festival e successivamente al Tribeca Film Festival.
alle 17.00 proiezione di Kissing Candice (2017), della regista e sceneggiatrice nord-irlandese Aoife McArdle ha già alle spalle una carriera nel mondo dei videoclip che include collaborazioni con Bryan Ferry, Jon Hopkins e U2. La diciassettenne Candice vive in una città di mare in Irlanda, la sua vita è caratterizzata da attacchi epilettici che le rendono difficile comprendere se ciò che le accade quotidianamente sia realtà o immaginazione. Ma quando si ritrova coinvolta sentimentalmente con il membro di una gang locale, tutto si complica.alle 19.30 proiezione di Weekender (2011), di Karl Golden, racconta del fenomeno anni ’90 per eccellenza, la rivoluzione culturale del Regno Unito: la rave culture.Fatiscenti magazzini e fabbriche prendono vita durante la notte e ragazzi euforici, con martellanti beat in quattro quarti, sfidano i divieti di polizia.

Dalle 21.30 il live, in unica data italiana, degli Addictive TV.Evento a pagamento.

 

Domenica 07 ottobre

dalle 10.30 l’area market ed il foyer saranno aperti al pubblico,

alle 12.30 prima proiezione con la fiaba gotica senza tempo su una teenager in cerca di affetto, Pin Cushion (2017), di Deborah Haywood che ritrae con inedita precisione i turbamenti dell’adolescenza.
alle 15.00 Maze (2017), sarà presentato da Massimo Vincenzi Vicedirettore de La Stampa, il secondo lungometraggio di Stephen Burke, racconta di The Great Escape ossia la pianificazione della fuga dalla prigione Her Majesty’s Prison Maze, considerata fra le migliori carceri a prova di fuga, data la struttura labirintica che la contraddistingueva. Maze, campione di incassi in patria, lascia la questione politica sullo sfondo, preferendo evocarla indirettamente dal rapporto umano che si crea tra i protagonisti, ovviamente su sponde opposte riguardo le posizioni sul conflitto.
alle 17.30 Soul Boys of the Western World (2014) di George Hencken sugli Spandau Ballet: origini, ascesa, successo, declino e reunion compresa, di una delle pop band leader degli anni ’80. Il film, è la storia della band e fenomeno di costume, sospeso tra spettacolarizzazione della memoria collettiva e commercio della nostalgia.

Alle 19.30 My Life Story (2017) di Julien Temple il film che narra la vita del cantante Graham «Suggs» McPherson, raccontata da lui stesso. Il ragazzaccio della working class che durante gli anni ’70 portò al successo la band pop dei Madness (recentemente esibitosi a Torino), lanciandosi nello scenario allora consolidato dei rock-pub. Ospiti in sala Maurizio Pisani Direttore di Seeyousound e  Fabrizio Dividi presidente di Associazione Culturale Choobamba organizzatrice del Seeyousound Festival.

alle 21.00 la grande festa di chiusura del BIFF#4 per festeggiare un’altra edizione del Festival trascorsa insieme e per darsi appuntamento all’anno prossimo.


Quando
Data/e: 5 ottobre 2018 - 7 ottobre 2018
Orario: 00:00 - 00:00


Dove
CineTeatro Baretti
Via Baretti 4 - Torino


Prezzo
5€ biglietto intero, 4€ biglietto ridotto


Altre informazioni
www.biffest.com


Categoria dell'evento


Mappa


Ti potrebbero interessare:

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< ottobre 2018 >>
lmmgvsd
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4
Vuoi pubblicizzare la tua attività su GuidaTorino? Contattaci subito!
X