Da Piffetti a Ladatte – Dieci anni di acquisizioni alla Fondazione Accorsi-Ometto

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 4,00 su 5)
Da Piffetti a Ladatte – Dieci anni di acquisizioni alla Fondazione Accorsi-Ometto

Dopo le varie mostre dedicate alla pittura italiana, la Fondazione Accorsi-Ometto di Torino ritorna a proporre una esposizione sulle arti decorative, questa volta incentrata sulle acquisizioni fatte, a partire dal 2008, per incrementare la collezione permanente del museo.

 

Grazie alla mostra “Da Piffetti a Ladatte – Dieci anni di acquisizioni alla Fondazione Accorsi-Ometto” potrete ammirare le acquisizioni fatte dalla fondazione negli ultimi 10 anni: mobili pregiati realizzati da grandi ebanisti piemontesi; gruppi scultorei in biscuit o terracotta che raffigurano scene galanti e allegoriche; oggetti preziosi in bronzo cesellato e porcellane di Vincennes, di Meissen o della dinastia Qing; oggetti in argento; miniature e dipinti realizzati da artisti, come Giovanni Panealbo o Louis-Michel van Loo, che lavoravano per la corte sabauda. Insomma, esposti troverete tantissimi oggetti che rappresentano un omaggio incondizionato alle arti decorative.

 

Orario:
da martedì a venerdì 10.00-13.00; 14.00-18.00
sabato, domenica e festivi 10.00-13.00; 14.00-19.00
Lunedì chiuso.

 
Quando
Data/e: 16 Febbraio 2018 - 3 Giugno 2018
Orario: 10:00 - 19:00

 
Dove
Fondazione Accorsi – Ometto
Via Po, 55 - Torino
 
Prezzo
Biglietto intetro: 8 € - Biglietto ridotto: 6 € (studenti fino a 26 anni, over 65, convenzioni, insegnanti) - Gratuito: bambini fino ai 12 anni, possessori Abbonamento Musei e Torino + Piemonte Card; disabili + 1 accompagnatore; guide turistiche; giornalisti con tesserino
 
Altre informazioni
www.fondazioneaccorsi-ometto.it
 
Categoria dell'evento

 
Mappa

A causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 gli eventi presenti sul nostro sito possono subire variazioni di data, orario o cancellazioni. Scusandoci per il disagio, vi consigliamo quindi di fare riferimento ai siti ufficiali degli organizzatori.
Segui Guida Torino su Instaram
Segui Guida Torino su Facebook
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Scrivici: ContattiPubblicità

X