Parigi era viva – De Chirico, Savinio e les italiens de Paris: la mostra al Museo Accorsi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 4,50 su 5)
Parigi era viva – De Chirico, Savinio e les italiens de Paris: la mostra al Museo Accorsi

Fino al 30 gennaio 2022, il Museo Accorsi di Torino propone la mostra “Parigi era viva – De Chirico, Savinio e les italiens de Paris”. L’esposizione, curata da Nicoletta Colombo e Giuliana Godio, restituisce attraverso una settantina di opere il clima artistico dialogante e provocatorio di un crocevia spazio-temporale unico e irripetibile.

 

Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi sono i sette artisti che hanno ridisegnato le sorti della pittura italiana nel XX secolo, in quel quinquennio d’oro, che va dal 1928 al 1933, in cui si è compiuta l’avventura francese de Les Italiens de Paris. Esposte in questa mostra una settantina di opere dove si ritrova quella tensione europeista maturata tra la fine degli anni Venti e l’inizio degli anni Trenta, un’epoca che vide Parigi farsi scenario di una cultura cosmopolita e interattiva, antitradizionale, in cui maturare il confronto con i movimenti avanguardisti.

 

Il titolo della mostra si ispira a “Parigi era viva”, autobiografia di Gualtieri di San Lazzaro, celebre scrittore e critico d’arte italiano emigrato a Parigi, in cui vengono raccontate la vita e le vicende lavorative di Picasso, Matisse e de Les Italiens.

 
Quando
Data/e: 21 Ottobre 2021 - 30 Gennaio 2022
Orario: 10:00 - 18:00
Martedì, mercoledì, venerdì 10:00 – 18:00; giovedì 10:00 – 21:00; sabato, domenica e festivi
 
Dove
Fondazione Accorsi – Ometto
Via Po, 55 - Torino
 
Prezzo
Intero € 12,00; Ridotto € 10,00; Gratuito: bambini fino ai 12 anni possessori Abbonamento Musei Piemonte e Torino + Piemonte Card
 
Altre informazioni
www.fondazioneaccorsi-ometto.it
 
Categoria dell'evento

 
Mappa

A causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 gli eventi presenti sul nostro sito possono subire variazioni di data, orario o cancellazioni. Scusandoci per il disagio, vi consigliamo quindi di fare riferimento ai siti ufficiali degli organizzatori.
Segui Guida Torino su Instaram
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Scrivici: ContattiPubblicità

X