Parigi era viva – De Chirico, Savinio e les italiens de Paris: la mostra al Museo Accorsi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 5 . Media: 4,40 su 5)
Parigi era viva – De Chirico, Savinio e les italiens de Paris: la mostra al Museo Accorsi

Fino al 27 febbraio 2022, il Museo Accorsi di Torino propone la mostra “Parigi era viva – De Chirico, Savinio e les italiens de Paris”. L’esposizione, curata da Nicoletta Colombo e Giuliana Godio, restituisce attraverso una settantina di opere il clima artistico dialogante e provocatorio di un crocevia spazio-temporale unico e irripetibile.

 

Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi sono i sette artisti che hanno ridisegnato le sorti della pittura italiana nel XX secolo, in quel quinquennio d’oro, che va dal 1928 al 1933, in cui si è compiuta l’avventura francese de Les Italiens de Paris. Esposte in questa mostra una settantina di opere dove si ritrova quella tensione europeista maturata tra la fine degli anni Venti e l’inizio degli anni Trenta, un’epoca che vide Parigi farsi scenario di una cultura cosmopolita e interattiva, antitradizionale, in cui maturare il confronto con i movimenti avanguardisti.

 

Il titolo della mostra si ispira a “Parigi era viva”, autobiografia di Gualtieri di San Lazzaro, celebre scrittore e critico d’arte italiano emigrato a Parigi, in cui vengono raccontate la vita e le vicende lavorative di Picasso, Matisse e de Les Italiens.

 
Quando
Data/e: 21 Ottobre 2021 - 27 Febbraio 2022
Orario: 10:00 - 18:00
Martedì, mercoledì, venerdì 10:00 – 18:00; giovedì 10:00 – 21:00; sabato, domenica e festivi
 
Dove
Fondazione Accorsi – Ometto
Via Po, 55 - Torino
 
Prezzo
Intero € 12,00; Ridotto € 10,00; Gratuito: bambini fino ai 12 anni possessori Abbonamento Musei Piemonte e Torino + Piemonte Card
 
Altre informazioni
www.fondazioneaccorsi-ometto.it
 
Categoria dell'evento

 
Mappa

A causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 gli eventi presenti sul nostro sito possono subire variazioni di data, orario o cancellazioni. Scusandoci per il disagio, vi consigliamo quindi di fare riferimento ai siti ufficiali degli organizzatori.
Segui Guida Torino su Instaram
Segui Guida Torino su Facebook
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Scrivici: ContattiPubblicità

X