Stresa Festival 2020: confermata la nuova edizione con Noseda, Bostridge, Schiff

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)
Stresa Festival 2020: confermata la nuova edizione con Noseda, Bostridge, Schiff

Il Festival di Stresa Edizione 2020 si terrà nel consueto periodo estivo con tutte le precauzioni previste dall’attuale normativa anti contagio.

 

A causa dell’emergenza coronavirus sono molti gli appuntamenti che sono stati annullati o rimandati. L’associazione Settimane Musicali di Stresa ha però voluto impegnarsi per dare un messaggio di positività e di speranza alla città di Stresa, al proprio pubblico e tutti quanti lavorano per il Festival, confermando lo svolgimento dell’edizione 2020.

 

Tuttavia, causa proprio le nuove restrizioni, la 59esima edizione del festival avrà caratteristiche particolari: un numero limitato di spettatori per poter garantire il necessario distanziamento; rinuncia agli storici luoghi del Festival con l’inaugurazione di nuove sedi (ridotte a due: la prima all’aperto sul Lungolago La Palazzola per la parte di concerti jazz che si svolgeranno dal 18 al 25 luglio, la seconda nel Palazzo dei Congressi a Stresa per la parte classica, che avrà luogo dal 20 agosto al 5 settembre).

 

Se tra i concerti di luglio troviamo Tosca, il trio di Enrico Pieranunzi e Franco D’Andrea, filo conduttore del Festival classico saranno le celebrazioni per l’anniversario dei 250 anni dalla nascita di Ludwig van Beethoven. Per l’occasione, verrà proposta (per la prima volta nell’ambito del Festival) l’integrale delle sonate per pianoforte del genio di Bonn, suddivise in sette serate ed eseguite da sette diversi pianisti, tra i quali Andras Schiff, Fazil Say ed Alexander Lonquich; inoltre saranno eseguiti tre dei cinque concerti per piano e orchestra tra cui il famoso concerto cosiddetto “Imperatore”, riservato alla serata di chiusura e interpretato dal pianista spagnolo Javier Perianes.

 

L’apertura del Festival – con musiche di Beethoven e Schubert – sarà invece affidata alla bacchetta del Direttore Artistico Gianandrea Noseda, che accompagnerà la pianista Beatrice Rana alle prese con il Concerto in do minore del musicista tedesco; Noseda dirigerà un altro concerto il 29 agosto, questa volta con il pianista coreano Seong-Jin Cho (interprete del Quarto Concerto).

 

Tra i nomi di spicco presenti in questa edizione si segnalano anche il tenore Ian Bostridge, il violinista Renaud Capuçon e la Kammerorchester Basel diretta da Heinz Hollinger.

 

La prima parte del Festival inizia come di consueto a luglio con concerti che offrono una panoramica ad ampio spettro su suoni inusuali, i quali giocano e si intrecciano con il linguaggio del jazz. A fare da sfondo e a sottolineare la magia di questo blend di sonorità saranno il Lago Maggiore e l’Isola Bella; i concerti infatti si terranno tutti all’aperto sul Lungolago La Palazzola.

 

Si inizia sabato 18 luglio con Fellini Jazz, un progetto di Enrico Pieranunzi che, con il suo storico trio formato da Luca Bulgarelli al contrabbasso e Mauro Beggio alla batteria, offrirà al pubblico la reinterpretazione in jazz delle musiche composte da Nino Rota per i film del grande maestro del cinema, in occasione delle celebrazioni per i cento anni dalla sua nascita.

 

Domenica 19 luglio Franco D’Andrea, uno dei più grandi musicisti jazz della scena contemporanea, proporrà a Stresa il progetto Intervals, frutto di una profonda ricerca e sperimentazione sul suono: infatti, è l’intervallo l’elemento minimo in grado di caratterizzare e orientare la sonorità di un pezzo sia dal punto di vista armonico che melodico. Franco D’Andrea sarà sul palco con il suo ottetto.

 

Lunedì 20 luglio sarà la volta di un originale sodalizio creativo, quello di Maria Pia De Vito con il pianista Julian Oliver Mazzariello. Il loro amore per il jazz, per la grande canzone d’autore americana, per l’improvvisazione applicata a linguaggi diversi, dalla musica brasiliana agli autori contemporanei, rende questo duo variegato e pieno di sorprese. Per questo concerto il programma ruoterà attorno all’ultimo progetto discografico della De Vito, Dreamers, che comprende una collezione di canzoni americane che vanno da Paul Simon a David Crosby, da Bob Dylan a Tom Waits e Joni Mitchell.

 

Mercoledì 22 luglio Beethoven’s Breakdown, un omaggio a un compositore pioneristico e rivoluzionario da parte di una band audace e originale: la Jazzrausch Bigband. Con una media di 120 concerti all’anno, tra Europa, America, Asia e Africa, è di una delle big band più richieste del mondo. Con la sua dinamica e l’enorme presenza scenica (ben sedici elementi sul palco), la band raggiunge ugualmente il pubblico del jazz, della musica classica e dell’elettronica, abbattendo confini musicali di ogni tipo.

 

Giovedì 23 luglio la giovanissima e già pluripremiata cantante e compositrice Francesca Gaza (considerata da Paolo Fresu una delle migliori interpreti del panorama nazionale) proporrà Lilac for people, il suo progetto di musica chamber jazz originale e sognante che contiene le suggestioni del pop e dell’elettronica. Il suo ensemble, composto da otto elementi, propone dei veri e propri viaggi sonori, dove il racconto della voce di Francesca viene sostenuto dalla natura acustica degli ottoni, delle pelli e delle corde.

 

Venerdì 24 luglio, Tosca. Cantante, attrice, eclettica artista con un’innata propensione alla ricerca e alla sperimentazione, Tosca ha collaborato con i più grandi artisti italiani e internazionali, tra i quali Ivano Fossati, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Chico Buarque. A Stresa Tosca propone Direzione Morabeza, tappa iniziale di un lungo viaggio musicale. Accanto ai pezzi più noti al suo pubblico, ci sarà modo di ascoltare e condividere con l’artista la sua passione per le grandi scuole musicali provenienti da altre regioni del pianeta. In programma troveremo dunque canzoni originali assieme a rivisitazioni in chiave attuale di classici dalla musica del mondo, interpretati in diverse lingue.

 

Biglietteria
I concerti si svolgeranno in conformità alla normativa vigente in fatto di prevenzione anti-contagio. Il numero dei posti sarà limitato a 200 per ogni concerto per consentire il distanziamento, si consiglia pertanto al pubblico di prenotare o acquistare il biglietto in prevendita on line sul sito www.stresafestival.eu oppure telefonando al n. 0323/31095 o scrivendo a boxoffice@stresafestival.eu. L’ingresso sarà consentito solo con mascherina.

 

Il programma completo è disponibile sul sito www.stresafestival.eu. Per partecipare è fortemente consigliato l’acquisto del biglietto online o telefonicamente al n. 0323/31095.

A causa dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019 gli eventi presenti sul nostro sito possono subire variazioni di data, orario o cancellazioni. Scusandoci per il disagio, vi consigliamo quindi di fare riferimento ai siti ufficiali degli organizzatori.


Quando
Data/e: 18 Luglio 2020 - 5 Settembre 2020
Orario: 18:00 - 23:59


Dove
Stresa
Stresa - Stresa


Prezzo
Varia a seconda del concerto


Altre informazioni
www.stresafestival.eu


Categoria dell'evento


Mappa



Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Segui GuidaTorino su Instaram

Calendario Eventi

<< Ottobre 2020 >>
lmmgvsd
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1

Scrivici: ContattiPubblicità

Segui GuidaTorino

X