Le Cattedrali Sotterranee di Canelli: un posto unico al mondo tra le colline del Piemonte

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 4,50 su 5)
Le Cattedrali Sotterranee di Canelli: un posto unico al mondo tra le colline del Piemonte

Sotto le case di Canelli, comune piemontese in provincia di Asti proclamato nel 2014 insieme all’Asti Spumante come patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO, si nasconde un altra cittadina sotterranea fatta di chilometri di tunnel e gallerie. Si tratta delle cosiddette “Cattedrali Sotterranee”, lunghissime cantine storiche scavate direttamente nel tufo calcareo delle colline tra il XVI ed il XIX secolo.

 

Un nome suggestivo e imponente per un luogo altrettanto suggestivo e imponente: le Cattedrali Sotterranee scendono fino a una profondità di 32 metri nel sottosuolo canellese attraversando la collina e l’intera città per oltre 20 chilometri. Il nome, maestoso e importante, gli è stato attribuito per la loro atmosfera ricca di quel silenzio solenne che richiama appunto quello contemplativo delle grandi cattedrali religiose, oltre che per la loro spettacolare bellezza e la loro unicità e storicità.

 

Capolavori di ingegneria, le cattedrali sono state realizzate affinché la terra millenaria e le temperature e umidità costanti possano custodire uno dei beni più preziosi di queste magnifiche terre di Piemonte, il vino. Questi luoghi sotterranei infatti sono i posti ideali per affinare vini e spumanti pregiati che ancora oggi qui maturano in attesa di conquistare le tavole di tutto il mondo e farsi assaporare da palati appassionati che sanno apprezzare il buon vino.

 

Qui, nelle cantine Bosca e Gancia, è nato il primo spumante italiano nel 1865 e qui ancora oggi, in celle con volte di mattoni a vista risalenti all’800, migliaia di bottiglie di pregiato vino trovano riparo e vengono lasciate fermentare alla temperatura costante di 12-14 gradi. Qui i vini e gli spumanti canellesi assumono i loro aromi e sapori tipici.

 


Le bellissime Cantine Contratto – Foto www.contratto.it

 

Da poco, le Cattedrali Sotterranee fanno parte della Lista dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco, in quanto parte integrante della città di Canelli. Le caratteristiche gallerie sotterranee, insieme ad altre simili costruzioni denominate Infernot, sono luoghi unici che non esistono in nessuna altra parte del mondo.

 

Le gallerie di Canelli con i cunicoli, i lunghi corridoi e le ampie volte valorizzate da giochi di luci, sono un patrimonio per la loro conformazione, estensione e per quello che sono in grado di produrre. In un’epoca frenetica e in continuo cambiamento, qui si trova la lentezza necessaria per produrre prodotti eccezionali rinomati in tutto il mondo.

 

Gran parte delle Cattedrali Sotterranee di Canelli sono aperte al pubblico e possono essere visitate. Attualmente sono visitabili quattro storiche cantine di altrettanti blasonati marchi: le Cantine Contratto, le Cantine Gancia, le Cantine Bosca e le Cantine Coppo.

 

Visita guidata alle Cattedrali Sotterranee di Canelli:

 

Cantine Gancia
Corso Libertà, 66
tel. +39 0141 830262; 0141 830253 – e-mail: franco.ferrero@gancia.it
Sito ufficiale

 

Cantine Bosca
Via G. B. Giuliani, 23
tel. +39 335 799 68 11 – e-mail: info@bosca.it
Sito ufficiale

 

Cantine Contratto srl
Via G. B. Giuliani, 56
tel. +39 0141 823349 – e-mail: visite@contratto.it
Sito ufficiale

 

Cantine Coppo
Via Alba, 68
tel. +39 0141 823146 – e-mail: visit@coppo.it
Sito ufficiale

Ti potrebbero interessare:

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< Maggio 2019 >>
lmmgvsd
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2
X