Cosa vedere nelle Langhe: i 10 luoghi assolutamente da non perdere

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 7 . Media: 4,00 su 5)
Cosa vedere nelle Langhe: i 10 luoghi assolutamente da non perdere

Patrimonio dell’Unesco, il territorio delle Langhe, in Piemonte, è una zona suggestiva assolutamente da visitare e non solo per i suoi rinomati e pregiati vini. Paesaggi da cartolina, una buona cucina e piccoli borghi… tutto questo e molto di più si nasconde nelle dolci colline delle Langhe.

 

Situate in provincia di Cuneo, non lontane da Torino, le Langhe sono una meta ideale per un weekend romantico, per una gita giornaliera o per una vacanza più lunga in cui concedersi degustazioni culinarie, sport all’aria aperta e momenti di relax.

 

Cosa vedere nelle Langhe: i 10 luoghi assolutamente da non perdere

 

La Morra

Cappella Barolo Ceretto
Il paesino de La Morra è sicuramente tra i luoghi imperdibili da visitare nelle Langhe, perché dal suo Belvedere il panorama sulle colline è spettacolare. Una passeggiata tra le sue vie caratteristiche, la sua piazza con la terrazza sui vigneti, una pausa in uno dei ristoranti tipici della zona e poi da qui si va alla scoperta di due luoghi iconici: la Cappella del Barolo, con i suoi colori sgargianti e il “cedro del Libano”, situato sulla sommità della collina immerso nella quiete dei filari.

 

Barolo

Barolo Langhe Piemonte
© Matteo Volpone / Shutterstock
Barolo è il cuore delle Langhe, famoso in tutto il mondo per l’omonimo vino che qui è il protagonista. Il piccolo borgo si raggiunge percorrendo strade che costeggiano i vigneti, tra colline e scenari che meritano una sosta per alcuni scatti fotografici. Barolo è una piacevole cittadina, con le sue enoteche dove degustare il pregiato vino, la visita alle storiche cantine vinicole e la possibilità di ammirare il Castello Faletti di Barolo posto sulla sommità del borgo da cui si gode di una vista scenografica incredibile. Al suo interno si può visitare il Wi-Mu, museo del vino, e proprio davanti si può visitare il piccolo museo dei Cavatappi, molto curioso. Sempre a Barolo, da diversi anni, si tiene il festival culturale “Collisioni” che porta in queste terre numerose star italiane e internazionali.

 

Barbaresco

Barbaresco Langhe Piemonte
Il borgo, da cui prende il nome un altro pregiato vino delle Langhe rinomato in tutto il mondo, si trova non molto distante da Alba, patria della Fiera del Tartufo che si svolge ogni anno in autunno. Le colline qui sono meravigliose, sembra di muoversi dentro un dipinto e la vista dalla Torre è pazzesca. Consigliata una visita all’Enoteca regionale del Barbaresco, per una degustazione di pregiate etichette. A due passi si può ammirare invece la Meridiana di Barbaresco. Immancabile anche una visita a una storica cantina, quella di Gaja.

 

Alba

Alba Cattedrale San Lorenzo

Impossibile non citare Alba, capitale delle Langhe e sicuramente un luogo da citare e da cui partire per andare alla scoperta di queste zone. Piacevole cittadina, con un centro molto animato, Alba è famosa in tutto il mondo perché qui si svolge ogni anno, da ottobre a novembre, la Fiera del Tartufo, il pregiato tubero che viene poi battuto all’asta per cifre incredibili. Cosa fare ad Alba? Date un’occhiata al nostro approfondimento “Visitare Alba in un giorno: le 10 cose da fare, vedere e mangiare“.

 

Neive

Neive Piemonte
© Richard Semik / Shutterstock
Neive è davvero uno dei luoghi più caratteristici delle Langhe ed è anche uno dei borghi più belli d’Italia. Piccole vie che conducono a un grazioso centro abitato e una vista mozzafiato sulle colline sottostanti. Neive sembra sospesa nel tempo ed è piacevole concedersi una sosta in una delle vinerie presenti. In autunno è da ammirare la facciata dell’Aromatario, albergo ristorante, ricoperto di foglie colorate.

 

Santo Stefano Belbo

Cappella Relais San Maurizio
Le Langhe non sono note solo per i vini, ma anche per Cesare Pavese, famoso scrittore di capolavori come “La luna e i falò” e originario proprio di Santo Stefano Belbo. Per gli amanti dei suoi testi, è consigliata la visita al piccolo borgo natale dello scrittore e alla Fondazione omonima situata nel centro del paese. A Santo Stefano Belbo si trova anche il bellissimo Relais San Maurizio con al suo interno la cappella realizzata dall’artista britannico David Tremlett per celebrare i 400 anni della fondazione dell’omonimo monastero.

 

Monforte d’Alba

Monforte Alba Langhe Piemonte

Foto di Andrea Marchisio Frukko
Una delle mete più visitate nel cuore delle Langhe è Monforte d’Alba, una graziosa cittadina con una piazza centrale e piccole vie che si diramano in salita e che conducono a paesaggi sulle colline. Sicuramente è il borgo più “mondano”, e sono tanti gli eventi in cartellone che si svolgono ogni anno come “Monforte in Jazz”.

 

Grinzane Cavour

grinzane cavour piemonte langhe
© Maurizio Milanesio / Shutterstock
Località nota per il Castello che è diventato la sede della pregiatissima asta della Fiera del Tartufo. Il Castello, oggi museo del Vino, è visitabile. A due passi si possono visitare invece le tenute Fontanafredda donate proprio da Vittorio Emanuele II alla sua amante.

 

Cherasco

Cherasco Langhe Piemonte
Foto di Popo le Chien
Se Alba è nota per il tartufo, Cherasco è la patria delle lumache. A differenza degli altri borghi immersi tra filari e colline, Cherasco è più decentrata ed è decisamente più grande. Gallerie d’arte e negozi di antiquariato costellano questo piccolo borgo. Qui che si svolge ogni anno il famoso mercatino dell’Antiquariato con bancarelle sparse per tutta la città. Oltre ai tanti ristoranti rinomati dove degustare i piatti tipici e le famose lumache, la città di Cherasco offre anche tante bellezze architettoniche che vale la pena di inserire in un itinerario alla scoperta delle Langhe.

 

“BIG BENCH” le Panchine Giganti

Panchine Giganti Piemonte
Tra le cose da fare e vedere nelle Langhe, il progetto delle panchine giganti “Big Bench” di Chris Bangle, è sicuramente il più curioso. Si tratta appunto di panchine giganti, alte circa due metri e mezzo, installate in diverse località nel cuore delle Langhe. Le panchine sono colorate con toni sgargianti, create semplicemente per uno scopo: salirci, rilassarsi e ammirare il panorama cercando di rivivere le emozioni di quando si era bambini. La prima panchina creata è situata a Clavesana, ma se ne incontrano altre nelle zone di Farigliano, Piozzo, Carrù e Vezza d’Alba.

 

Queste sono solo alcune delle cose da fare e vedere nelle Langhe, ma tante altre vi aspettano in questo territorio davvero ricco di bellezze e curiosità.

 

Potrebbe interessarvi: Ristoranti nelle Langhe: 10 agriturismi dove mangiare tra i vigneti

Segui Guida Torino su Instaram
Segui Guida Torino su Facebook
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Scrivici: ContattiPubblicità

X