Il Colosso di San Carlo Borromeo: in Piemonte la grande opera che ispirò la Statua della Libertà

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)
Il Colosso di San Carlo Borromeo: in Piemonte la grande opera che ispirò la Statua della Libertà

Situata ad Arona, splendido paesino del Lago Maggiore, e più precisamente nella frazione di San Carlo, si trova una delle statue più alte del mondo dedicata a San Carlo Borromeo. Un’opera incredibile di quasi 35 metri d’altezza conosciuta come Colosso di San Carlo Borromeo e più familiarmente chiamata dalle persone del posto con il nome di “Sancarlone”.

 

Inaugurata nel 1698, la statua per circa due secoli rimase la più alta del mondo, fino a quando nel 1886 venne superata dalla Statua della Libertà, l’importantissimo monumento statunitense posizionato sull’isola newyorkese di Liberty Island, con i suoi 46 metri di altezza (escluso il basamento). Lo scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi, che costruì con l’aiuto di Gustave Eiffel la grande statua posizionata nel porto di New York, soggiornò proprio nella città di Arona al fine di studiare la struttura del celebre Colosso di San Carlo per il suo progetto della Statua della Libertà. Sembra infatti che il Sancarlone, insieme al Colosso di Rodi, la mitica statua greca posizionata nell’antichità all’ingresso del porto di Rodi, e la Legge Nuova, la statua di Camillo Pacetti che si trova sulla facciata del Duomo di Milano, siano stati i modelli che hanno ispirato lo scultore francese per la sua grande opera. In particolare, la statua piemontese per la struttura interna che consente l’accesso fino alla cima come accade per la celebre statua di New York.

 

La statua che domina il territorio di Arona fu edificata in onore dell’arcivescovo milanese Carlo Borromeo, per celebrare e soprattutto ricordare la grandezza delle sue azioni. Lo rappresenta nell’atto di impartire una benedizione, come se attraverso la costruzione potesse continuare a trasmettere la sua benevolenza alle persone del posto e a chi si reca in visita.

 

La figura di San Carlo Borromeo è difatti una delle più importanti di Arona: diversi sono i luoghi presenti nella zona che ancora ricordano il santo, dal luogo dove nacque che oggi è stato trasformato in un bellissimo parco visitabile, fino alla chiesa del suo battesimo e la Chiesa dei Santi Martiri dove celebrò la sua ultima messa.

 

Il “Sancarlone” è sicuramente la più imponente e particolare tra questi omaggi all’arcivescovo milanese: è infatti possibile salire al suo interno per raggiungere la sua sommità e godere della vista dall’alto del circostante Parco della Statua di San Carlo e del Lago Maggiore.

 

Sancarlone statua

 

Si può salire fino sul basamento attraverso una scala esterna e poi continuare fino a raggiungere la testa del santo sfruttando le strette scale a chioccola presenti all’interno del monumento. Una volta arrivati in cima potrete affacciarvi all’esterno attraverso tre fori realizzati in prossimità degli occhi, delle narici e delle orecchie della statua. Sarà così possibile osservare i dintorni e contemporaneamente provare a comprendere la complessità della struttura interna, il modo in cui è stata realizzata un’opera così imponente.

 

Sancarlone lago maggiore panorama

 

La statua è composta da lastre di rame battute a martello e riunite attraverso l’utilizzo di chiodi e assi in ferro. Gli scultori che la realizzarono furono Siro Zanella e Bernardo Falconi, adattandosi al disegno di Giovanni Battista Crespi. L’opera fu commissionata dal cugino di San Carlo, Federico Borromeo, e la sua costruzione fu così complessa da richiedere 84 anni di lavoro.

 

Lo stesso biglietto d’ingresso include anche l’accesso al Parco di San Carlo, circondato da alberi secolari. La zona è attrezzata con aree da picnic e le famiglie possono recarvisi e consumare il proprio pranzo, ricordandosi sempre di prenotare prima dell’arrivo. Alla biglietteria va invece chiesto l’accesso all’interno della statua e quello per raggiungere il terrazzo del colosso.

 

Sul terrazzo sono stati installati cannocchiali panoramici che consentono di godere di una vista straordinaria sul Lago Maggiore e sulla Rocca di Angera.

 

Sempre sotto previa prenotazione è possibile assistere alla celebrazione della Messa nella bellissima Chiesa di San Carlo, completando il percorso di avvicinamento e celebrazione del santo.

 

Informazioni Pratiche

 

Indirizzo:
Piazzale San Carlo – 28041 Arona (Novara)

 

Orari:

 

GIUGNO
tutti i weekend (sabato e domenica)
Orario continuato 9:00-18:15

 

LUGLIO
Aperto nei giorni di giovedì, venerdì, sabato e domenica
giovedì e venerdì: 9:00-12:20 / 14:00-18:15
sabato e domenica: orario continuato 9:00-18:15

 

AGOSTO
dal 01 al 09 e dal 24 al 31:
aperto nei giorni di giovedì, venerdì, sabato e domenica
giovedì e venerdì: 9:00-12:20 / 14:00-18:15
sabato e domenica: orario continuato 9:00-18:15

 

dal 10 al 23:
aperto tutti i giorni con orario continuato 9:00-18:15

 

SETTEMBRE
giovedì e venerdì: 9:00-12:20 / 14:00-18:15
sabato e domenica: orario continuato 9:00-18:15
Ultimo ingresso consentito mezz’ora prima degli orari di chiusura sopra elencati.

 

Tariffe:
Ingresso singolo al terrazzo e interno statua (non disponibile in periodo covid-19): 6 €
Ingresso singolo solo al terrazzo: 3,50 €
Ridotto gruppi parrocchiali e festa di San Carlo: 2 €
Gratuito per i bambini fino a 6 anni da compiere (divieto di salita all’interno della statua e documento richiesto, non si accettano autocertificazioni)
Gratuito per i residenti in Arona (è necessario documento d’identità valido comprovante la residenza, non si accettano autocertificazioni)

 

Orari e tariffe potrebbero subire variazioni. Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale del Colosso di San Carlo.

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< Settembre 2020 >>
lmmgvsd
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

Scrivici: ContattiPubblicità

Segui GuidaTorino

X