Coronavirus: nuove misure e limitazioni per la Fase 2 dell'emergenza

Coronavirus: a Torino sono arrivati 38 medici e infermieri da Cuba

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)
Coronavirus: a Torino sono arrivati 38 medici e infermieri da Cuba

Continua la solidarietà internazionale verso il nostro Paese colpito duramente dall’emergenza Covid-19. Nella giornata di ieri in particolare, sono arrivati a Torino i sanitari della Brigada cubana per aiutare i colleghi degli ospedali piemontesi nella lotta contro il coronavirus che nella sola regione Piemonte registra ad oggi ben 17.246 casi totali e purtroppo 1876 decessi.

 

Gli operatori sanitari cubani sono stati destinati al Piemonte dal Ministero della Salute italiana su richiesta del presidente Alberto Cirio. La brigada cubana è composta da 21 medici e 16 infermieri, accompagnati dal loro coordinatore logistico, che resteranno ad operare gratuitamente in Piemonte fino a quando l’emergenza lo renderà necessario.

 

Partiti dall’aeroporto da L’Avana, i 38 medici e infermieri della Brigada Henry Reeve sono arrivati ieri mattina allo scalo torinese a bordo di un Boeing 767 della Blue Panorama Airlines. Il volo è stato organizzato in collaborazione con la Regione e con il sostegno della fondazione Specchio dei tempi onlus e di Lavazza. Ad accoglierli il presidente Cirio, la sindaca e il prefetto di Torino Chiara Appendino e Claudio Palomba. Al loro fianco l’ambasciatore della Repubblica di Cuba in Italia José Carlos Rodriguez Ruiz e il console di Cuba a Roma Felix Lorenzo Gonzalez.

 

Tante le realtà piemontesi che hanno lavorato in queste settimane con la Regione per organizzare questa missione: l’Aicec di Torino si è attivata immediatamente favorendo il dialogo tra istituzioni italiane, cubane e le imprese del territorio organizzando anche un gruppo di giovani volontari traduttori insieme alla Croce Rossa; Alce Nero, Gruppo Boero Bartolomeo e QS4B Partner Vodafone hanno già messo a disposizione loro prodotti per equipaggiare la Brigada.

 

Gli epidemiologi, anestesisti, rianimatori, medici di medicina generale e infermieri specializzati in terapia intensiva e in interventi di emergenza provenienti da Cuba saranno impiegati nella nuova area sanitaria temporanea delle OGR di Torino, il cui allestimento è in fase di ultimazione.

 

Un aiuto concreto alla regione Piemonte che ad oggi è tra le più colpite da questa emergenza.

 

Potrebbe interessarvi: Coronavirus a Torino e in Piemonte: i nuovi contagi, i decessi e i tamponi effettuati

Pubblicato il 14 Aprile 2020
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Scrivici: ContattiPubblicità

Segui GuidaTorino

X