Le 10 cose più curiose da vedere gratis a Torino

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 45 . Media: 3,64 su 5)
Le 10 cose più curiose da vedere gratis a Torino

La città di Torino è ricca di attrazioni turistiche da poter visitare: i musei, le chiese, le piazze e tanto altro. Se siete però alla ricerca di qualcosa di più particolare da scoprire, oltre ai grandi classici, abbiamo stilato una lista delle cose più curiose e completamente gratuite da poter vedere nella città sabauda.

 

Alcune di queste curiosità sono legate a storie, aneddoti e leggende su Torino e su alcuni importanti personaggi che vi hanno abitato. Quindi, se volete fare un tour un po’ diverso della città, non perdete queste piccole chicche nascoste nel capoluogo piemontese.

 

Le 10 cose più curiose da vedere gratis a Torino

 

La Fetta di Polenta

fetta polenta Torino
Casa Scaccabarozzi, questo il vero nome dell’edificio, è meglio conosciuto dai torinesi con il nome di “Fetta di Polenta” per la sua strana struttura ed il caratteristico colore giallo. Lo strano edificio ideato da Alessandro Antonelli misura nel suo lato più stretto solo 54 centimetri. Si trattò di una vera e propria scommessa dell’architetto della Mole Antonelliana, il quale, per dimostrare la sicurezza dell’edificio, vi abitò con la moglie per alcuni anni.

 

Per saperne di più: La “Fetta di Polenta”, l’edificio più curioso di Torino

 

T’ORO

Toro che esce dal muro Torino
Si tratta di un’opera d’arte contemporanea dell’artista Richi Ferrero posizionata sul muro di Quadrato, il Relais Urbano realizzato dal Gruppo Building nel complesso dell’antico convento di Sant’Agostino. L’opera, che ritrae il simbolo cittadino, ritrae l’animale nell’atto di sfondare la parete quasi a voler uscire da un momento all’altro per conquistarsi piazzetta Visitazione su cui l’immobile si affaccia.
 

Per saperne di più: Il Toro che esce dal muro a Torino: la curiosa opera d’arte che omaggia la città

 

Il sommergibile di Torino

Sommergibile Torino Provana
Non tutti sanno che all’interno del Parco del Valentino si trova uno dei pochi reperti storico-navali di importanti dimensioni rimasti in Italia. Si tratta del sottomarino Andrea Provana, così chiamato in onore dell’Ammiraglio piemontese che partecipò alla battaglia di Lepanto nel 1571. Potete osservarlo dall’esterno oppure provare a prenotare telefonicamente una visita guidata con un socio dell’Associazione Marinai.

 

Per saperne di più: Il sommergibile di Torino: uno dei più importanti reperti storico-navali d’Italia

 

Le “Vedette di Torino”

Sculture Tetti Torino
Il Grande Guerriero, Sagittaurus e Equìnox sono le vedette di Torino, una serie di tre sculture collocate sopra i tetti di alcuni palazzi della città realizzate dell’artista Richi Ferrero. Alte, sottili, armati di lance, frecce, dardi, a piedi e a cavallo, le tre sculture che arricchiscono con la loro eleganza il panorama della città sabauda sono visibili a occhio nudo dalla strada e sono una piccola curiosità assolutamente da non perdere.

 

Per saperne di più: Le “Vedette di Torino”: le 3 opere d’arte sospese sui tetti della città

 

Borgo Campidoglio

Borgo Campidoglio Torino
Quartiere operaio di fine ’800, Borgo Campidoglio è oggi una zona essenzialmente residenziale di Torino fatto di piccole case con cortili interni e aree verdi, tantissimi murales e installazioni artistiche incastonati sui muri delle case, su finte finestre il cui cornicione è diventato cornice di un quadro, tra le porte delle abitazioni, sulle serrande dei negozi, sulle panchine, sui muretti dei giardinetti e in molti altri luoghi. Un luogo curioso e poco conosciuto di Torino da scoprire.

 

Per saperne di più: Borgo Campidoglio: il quartiere di Torino diventato “museo a cielo aperto”

 

Il Palazzo col piercing

Palazzo Piercing Torino
Ebbene sì, avete capito bene si tratta proprio di un palazzo con un piercing. Si trova nel centro di Torino e si tratta di una installazione artistica che doveva essere temporanea e che invece, amata dal pubblico, è diventata permanente. L’opera, che si chiama in realtà “Baci Urbani”, è stata ideata dall’architetto Corrado Levi in collaborazione con il gruppo di artisti Cliostraat.

 

Per saperne di più: “Baci Urbani”, ovvero il palazzo con il piercing

 

Il Portone del Diavolo

Portone Diavolo Torino
Torino è una città magica, per le sue bellezze architettoniche, artistiche e culinarie secondo alcuni, perché è al centro dei due triangoli della magia nera e magia bianca secondo altri. Se siete appassionati di esoterismo o se solo volete vedere qualcosa di particolare in città, vi consigliamo la porta di Palazzo Trucchi di Levaldigi, detto anche Portone del Diavolo per tutte le storie e le leggende ad esso legate.

 

Per saperne di più: Curiosità a Torino: il Portone del Diavolo

 

Il dito di Colombo

dito-colombo-torino
Se siete alla ricerca di un po’ di fortuna potete passare da Piazza Castello per sfregare la mano sul dito di Cristoforo Colombo. Gli studenti torinesi lo fanno prima di un esame. L’Altorilievo, inaugurato nel 1923, che raffigura il celebre navigatore è opera dell’artista Dino Somà. Nel corso degli anni, il dito si è assottigliato talmente tanto a causa di questa tradizione, che è stato necessario sostituirlo.

 

Per saperne di più: Il “dito di Colombo”, portafortuna di Torino

 

Il Toro di Piazza San Carlo

toro-piazza-san-carlo
Rimanendo sulla tematica “portafortuna”, potete continuare il tour passando per Piazza San Carlo e calpestare gli attributi (sì avete capito bene) dell’immagine del toro rampante di bronzo raffigurata a terra. Si dice che i torinesi non siano scaramantici, eppure se decidete di fare una pausa ai tavoli del Caffè Torino vedrete come gli abitanti (e non i turisti) passino sull’immagine taurina fingendo di arrivarci quasi per caso. Un’altra tradizione curiosa che si è inaugurata a Torino dopo quella del passaggio sugli attributi del toro.

 

Per saperne di più: Il toro di piazza San Carlo, portafortuna di Torino

 

La Panchina degli Innamorati

Panchina innamorati Torino
Il Giardino Roccioso, splendida area verde nel Parco del Valentino, ospita la Panchina Innamorata, una scultura raffigurante una panchina su cui sono seduti due lampioni che sembrano abbracciati. L’opera è stata realizzata da Rodolfo Marasciuolo, il giardiniere-artista che da anni rende ancora più belli giardini e aree verdi del capoluogo piemontese con le sue opere. Oltre alla panchina, nel giardino troverete numerose altre sculture assolutamente da scoprire.

 

Per saperne di più: La Panchina degli Innamorati: l’angolo più romantico di Torino

 

Oltre a queste curiosità, il capoluogo piemontese offre anche altre interessanti e bellissime attrazioni da poter visitare gratuitamente. Ecco le 10 cose da vedere gratis a Torino.

Segui Guida Torino su Instaram
Segui Guida Torino su Facebook
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Scrivici: ContattiPubblicità

X