Vivian Maier: nel 2022 a Torino la mostra “Inedita” sulla fotografa statunitense

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 39 . Media: 3,38 su 5)
Vivian Maier: nel 2022 a Torino la mostra “Inedita” sulla fotografa statunitense

Vivian Maier in mostra a Torino dal 9 febbraio 2022. I Musei Reali di Torino presentano nel 2022 una mostra dedicata a Vivian Maier dal titolo Inedita. L’esposizione è un racconto degli aspetti meno conosciuti del lavoro della fotografa statunitense, di origini francesi, esponente di spicco della street photography.

 

La nuova mostra torinese su Vivian Maier, ospitata all’interno delle Sale Chiablese dei Musei Reali, propone un percorso di 250 scatti: immagini rare e a colori, filmati in Super 8, audio con la voce dell’artista, alcune delle sue macchine fotografiche e i suoi iconici cappelli. Esposta, per la prima volta, una serie di fotografie scattate nell’estate del 1959 durante un viaggio della fotografa in Italia.

 

La mostra si sviluppa intorno ai temi ricorrenti nella produzione della fotografa americana, principalmente la strada e la vita che animava i quartieri popolari in Europa e negli Stati Uniti, documentando i cambiamenti sociali del proprio tempo. Sguardi, gesti, espressioni, colori e infanzia si intrecciano nel percorso espositivo, che in occasione dell’allestimento nelle Sale Chiablese dei Musei Reali vedrà la presentazione al pubblico di un repertorio inedito di scatti realizzati dall’artista proprio a Torino nel 1959, oltre a una presentazione di oggetti personali di Vivian Maier. 

 

La mostra, curata da Anne Morin, è organizzata da diChroma photography in collaborazione con i Musei Reali e la società Ares di Torino, la John Maloof Collection di Chicago e la Howard Greenberg Gallery di New York. L’esposizione è sostenuta da Women In Motion, un programma di Kering per evidenziare il ruolo delle donne nelle arti e nella cultura.
 

La storia di Vivian Maier e delle sue fotografie:
Vivian Maier è una delle figure di spicco della street photography. La sua vasta quantità di negativi è stata scoperta soltanto nel 2007, grazie alla tenacia di John Maloof, giovane americano figlio di un rigattiere. Maloof, volendo fare una ricerca sulla città di Chicago, comprò all’asta per pochi soldi un box zeppo degli oggetti più disparati. Al suo interno trovò una scatola piena di negativi e rullini ancora da sviluppare: erano le foto scattate da Vivian Maier. Il giovane iniziò a pubblicare alcune immagini su Flickr. Avendo avuto un ottimo riscontro e interesse da parte del pubblico, Maloof volle saperne di più sull’autrice di quegli scatti. Scoprì che le foto erano state fatte da una donna, Vivian Maier, che aveva lavorato per tutta la vita come bambinaia a Chicago e in altre grandi città americane. Durante le sue giornate libere e le vacanze, la Maier amava scattare foto nelle strade di grandi città come New York, Chicago e Los Angeles. La sua opera è quindi essenzialmente un lavoro di “street photos” ante litteram e Vivian Maier può essere considerata a tutti gli effetti come una delle antesignane di questo genere fotografico.

 
Quando
Data/e: 9 Febbraio 2022 - 26 Giugno 2022
Orario: 10:00 - 18:00
Dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 19.00; Sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00
 
Dove
Sala Chiablese
Piazzetta Reale, 1 - Torino
 
Prezzo
Intero: € 15,00; Ridotto: € 12,00 (over 65, insegnanti, ragazzi tra 18 e 25 anni, gruppi, giornalisti non accreditati); Ridotto: € 10,00 (possessori del biglietto intero dei Musei Reali); Ridotto ragazzi: € 6,00 (ragazzi tra 12 e 17 anni compiuti); Pacchetto famiglia: fino a due adulti € 12,00 cad. e ogni ragazzo tra 12 e i 17 anni € 6,00 cad.; Gratuito: possessori dell’Abbonamento Musei Piemonte Valle d’Aosta, Torino+Piemonte card, bambini da 0 a 11 anni, persone con disabilità, dipendenti MiC
 
Altre informazioni
www.museireali.beniculturali.it
 
Categoria dell'evento

 
Mappa

A causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 gli eventi presenti sul nostro sito possono subire variazioni di data, orario o cancellazioni. Scusandoci per il disagio, vi consigliamo quindi di fare riferimento ai siti ufficiali degli organizzatori.
Segui Guida Torino su Instaram
Segui Guida Torino su Facebook
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Scrivici: ContattiPubblicità

X