I Giardini Reali di Torino tornano a splendere: la Fontana dei Tritoni riapre al pubblico

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 5,00 su 5)
I Giardini Reali di Torino tornano a splendere: la Fontana dei Tritoni riapre al pubblico

Dopo una lunga attesa durata diversi anni, i Giardini Reali di Torino, bellissimo angolo verde che abbraccia il meraviglioso complesso dei Musei Reali, ritrovano un’importante parte che per lungo tempo è stata chiusa al pubblico.

 

Dopo i lunghi restauri i Giardini Reali riaprono nella loro interezza per tornare ad essere patrimonio dei cittadini e di tutti gli amanti di garden art d’autore. Con l’importante lavoro di restauro e rifunzionalizzazione della Fontana delle Nereidi e dei Tritoni nel Giardino di Levante, del muro di cinta dell’antica fortificazione e dei Bastioni è stata completata la restituzione di uno dei luoghi più suggestivi del capoluogo piemontese e di grande importanza per il suo alto valore storico e artistico.

 

Dal mese di luglio 2021, torinesi e turisti potranno nuovamente percorrere gli eleganti viali geometrici che rivelano meraviglie botaniche, giochi prospettici e sculture, naturale proseguimento del percorso di visita che dalle sale di Palazzo Reale e della Galleria Sabauda fluisce verso l’esterno, ampliando ancor di più un’offerta culturale da vivere sia dentro che fuori. Il restauro della Fontana delle Nereidi e dei Tritoni, capolavoro di Simone Martinez, nipote di Filippo Juvarra, si è conclusa anche la valorizzazione del Giardino di Levante, dove si concentrano le essenze più antiche del parco.

 

I restauri hanno ripristinato l’antico miroir che vede al centro il gruppo scultoreo in marmo bianco, realizzato secondo il gusto barocco, raffigurante una ninfa circondata da tritoni e creature acquatiche che si ergono dal bacino d’acqua. Prossimamente, per completare il tutto, sarà realizzato anche un impianto di illuminazione della fontana e dei viali circostanti, per rendere possibile l’organizzazione di eventi aperti alla città.

 

Fontana Tritoni Torino

 

L’inaugurazione dei rinnovati sette ettari esterni è stata anche l’occasione per presentare al pubblico il recupero, dopo due anni di lavori, dell’area archeologica del Teatro di Augusta Taurinorum, che insieme alla Porta Palatina è il più importante monumento romano conservato in città.

 

Teatro Romano Torino
Credits: Officina delle Idee e Daniele Bottallo per Musei Reali Torino

 

Teatro Romano Musei Reali Torino
Credits: Officina delle Idee e Daniele Bottallo per Musei Reali Torino

 

Fulcro della vita sociale di Augusta Taurinorum, ritornato alla luce soltanto nel 1899 durante i lavori per l’ampliamento della Manica Lunga di Palazzo Reale, il Teatro Romano occupava un intero isolato a ridosso dell’angolo nordorientale della cinta muraria. Demolito in età tardoimperiale per ricavarne materiale da costruzione per gli edifici vicini e sotterrato dalle sue stesse macerie, è oggi uno dei simboli dell’origine della Città. Il nuovo percorso di visita, grazie a scelte di design degli elementi allestitivi e a una nuova illuminazione comunicativa dei caratteri architettonici, darà l’opportunità ai visitatori di ripercorrere i camminamenti e di meglio comprendere le parti dell’edificio, sia durante la visita in sito, sia nella visione serale dalle strade limitrofe.

Pubblicato il 18 Luglio 2021
Segui Guida Torino su Instaram
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< Luglio 2021 >>
lmmgvsd
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1

Scrivici: ContattiPubblicità

X