Il Forte di Vinadio: un capolavoro di ingegneria militare tra le montagne del Piemonte

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 1 . Media: 5,00 su 5)
Il Forte di Vinadio: un capolavoro di ingegneria militare tra le montagne del Piemonte

In provincia di Cuneo, e più precisamente nel comune di Vinadio in Valle Stura di Demonte, si trova il Forte di Vinadio, chiamato anche Forte Albertino poiché costruita nel 1834 per volere di Carlo Alberto di Savoia. L’opera infatti poteva sfruttare una posizione strategica, da cui si potevano controllare le valli intorno confinanti con la Francia.

 

Il Forte di Vinadio, insieme ai forti di Fenestrelle e Exilles, è una delle strutture difensive più importanti del Piemonte e d’Italia. Realizzato in appena 11 anni (dal 1834 al 1847 con un’interruzione dal 1837 al 1839), il forte rappresenta un vero e proprio capolavoro dell’ingegneria e della tecnica militare per la cui costruzione furono impegnate ben 4000 persone.

 

Le mura del Forte di Vinadio sono lunghe circa 1.200 metri e i camminamenti, che si snodano al suo interno su tre livelli, raggiungono una lunghezza di circa 10 chilometri. Il forte è suddiviso in tre fronti: il Fronte d’Attacco che si trova davanti all’ingresso, dove si trova la Porta di Francia; il Fronte Inferiore con la caserma Carlo Alberto e il Fronte Superiore che serviva principalmente da postazione di difesa dell’artiglieria.

 

Il Fronte Superiore e quello Inferiore sono costituiti principalmente dalle Casematte. Nelle costruzioni militari la casamatta è alloggiamento, chiuso all’interno e coperto nella parte superiore a prova di bomba, munito di uno o più cannoni, destinato principalmente a ricevere artiglierie. Il Fronte d’Attacco munito di un rivellino era invece l’unica via di comunicazione aperta al paese, detta Porta Francia, e che era anche la strada principale per raggiungere il Colle della Maddalena.

 

Nonostante la sua grandezza e il grande sforzo di costruzione, il Forte di Vinadio non fu fortunatamente segnato da eventi bellici importanti. Nel 1862 fu però utilizzato come carcere per un gruppo di Garibaldini rifugiatisi in Aspromonte.

 

Durante la seconda guerra mondiale il forte fu occupato dai e verso la fine della guerra subì alcuni bombardamenti dagli angloamericani le cui tracce sono ancora oggi ben visibili. Il forte subì altri danni con la ritirata delle truppe tedesche che, prima della loro fuga, fecero esplodere alcuni locali adibiti a polveriera.

 

Successivamente al secondo conflitto mondiale, la fortificazione fu completamente abbandonata. Oggi, dopo i lavori di ristrutturazione, il Forte di Vinadio ospita le mostre permanenti “Montagna in Movimento” e “Messaggeri Alati”, oltre alle esperienze di realtà virtuale.

 

Durante l’anno all’interno del Forte di Vinadio vengono organizzati diversi eventi come ad esempio “Balla coi Cinghiali“, interessante manifestazione musicale, e i “Mercatini di Natale” nel mese di dicembre. All’esterno del forte inoltre c’è un laghetto artificiale con acqua pulita dove è possibile bagnarsi e prendere il sole durante i mesi più caldi.

 

Visite al Forte di Vinadio

 

Percorso Multimediale “Montagna in Movimento”
Un percorso di grande fascino visivo che si sviluppa in tutto il fronte superiore del forte e racconta la storia delle Alpi Marittime attraverso suoni, voci, immagini in movimento e installazioni multimediali. Un racconto delle Alpi che sono state caratterizzate da un continuo e fecondo andirivieni, punto di partenza e di arrivo di popoli, idee, arti, mestieri, merci, innovazioni.

 

“Messaggeri Alati”
Questa mostra permanente multimediale è dedicata alla colombaia militare che il Forte di Vinadio ospitò dalla fine dell’800 al 1944, testimonianza storica delle trasmissioni dell’esercito.

 

Vinadio Virtual Reality
Questa visita è è una simulazione di un volo libero attorno alla struttura fortificata, con la possibilità di vedere, grazie a riprese effettuate tramite drone, l’intera costruzione da un nuovo punto di vista. Da poco è stata introdotta anche una nuova esperienza di realtà virtuale, “Giallo Forte”, ovvero una spy story che porta il visitatore alla scoperta del forte con la guida della voce narrante dell’ufficiale “incriminato”.

 

Informazioni Pratiche

 

Indirizzo:
Piazza Vittorio Veneto, 8 – 12010 Vinadio (Cuneo)

 

Orari:

 

MAGGIO
domenica dalle 10.00 alle 19.00

 

GIUGNO
sabato dalle 14.30 alle 19.00
domenica e festivi dalle 10.00 alle 19.00

 

LUGLIO
da giovedì a sabato dalle 14.30 alle 19.00
domenica dalle 10.00 alle 19.00

 

AGOSTO
da lunedì a sabato dalle 14.30 alle 19.00
domenica e festivi dalle 10.00 alle 19.00

 

SETTEMBRE
sabato dalle 14.30 alle 19.00
domenica dalle 10.00 alle 19.00

 

OTTOBRE
sabato 27 dalle 14.30 alle 19.00
domenica 28 dalle 10.00 alle 19.00 (Fiera della pecora Sambucana)

 

Possibilità di aperture straordinarie per gruppi e scuole.

 

Tariffe:
Biglietto Montagna in Movimento e Messaggeri Alati: intero 7 € – ridotto 5 €
Biglietto visita guidata del Forte (60 minuti): intero 6 € – ridotto 4 €
Biglietto VVR “Vinadio Virtual Reality” (due postazioni di realtà virtuale): biglietto unico 3 €
Biglietto cumulativo (Visita guidata al Forte + visita libera Montagna in movimento + Messaggeri Alati + VVR): intero 10 € – ridotto 8 €

 

Per info e prenotazioni potete scrivere all’indirizzo info@fortedivinadio.it oppure telefonare ai numeri 340 4962384 – 0171 959151. Per ulteriori informazioni potete visitare il sito ufficiale del Forte di Vinadio.

Ti potrebbero interessare:

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< novembre 2018 >>
lmmgvsd
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Vuoi pubblicizzare la tua attività su GuidaTorino? Contattaci subito!
X