Progetto Bogia: a Torino rimborsi per chi va a lavoro in bici

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 2 . Media: 4,50 su 5)
Progetto Bogia: a Torino rimborsi per chi va a lavoro in bici

Continuano a Torino i progetti per incentivare l’uso della bicicletta. Nella nostra città troppo spesso maglia nera per lo smog, è nato “Bogia – Bike to work della Zona Ovest” del Progetto Vi.VO, che per incoraggiare la mobilità sostenibile ha deciso di premiare coloro che scelgono di spostarsi con la bicicletta.

 

Si tratta della prima sperimentazione sul territorio piemontese del bike to work, possibile grazie a Vivo “Via le Vetture dalla zona Ovest di Torino”, il progetto dei Comuni della Zona Ovest finanziato dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare nell’ambito del Programma nazionale sperimentale per la mobilità sostenibile che vede la Città di Collegno capofila. Insieme a quest’ultima sono coinvolti altri comuni della Zona Ovest di Torino: Alpignano, Buttigliera Alta, Druento, Grugliasco, Pianezza, Rivoli, Rosta, San Gillio, Venaria Reale, Villarbasse.

 

Grazie al supporto di Regione Piemonte e 5T, coloro che partecipano al bando potranno utilizzare un dispositivo di tracciamento dei propri percorsi per il conteggio dei chilometri e il monitoraggio del proprio borsellino elettronico.

 

A chi si rivolge:
Questo progetto è rivolto a lavoratori e studenti maggiorenni che risiedono nei Comuni della Zona Ovest e lavorano nel territorio della Città metropolitana di Torino oppure lavorano o studiano nei Comuni della Zona Ovest e risiedono nel territorio della Città metropolitana di Torino.

 

I contributi:
Per ogni chilometro in bici percorso nei tratti casa-lavoro e casa-scuola saranno riconosciuti al partecipante 0,25 euro se pedala con una bici tradizionale e 0,15 euro se usa una bici a pedalata assistita, fino ad un massimo di 50 euro al mese per quattro mesi. Per incentivare anche tutti gli spostamenti fatti in bici ogni settimana chi avrà percorso più chilometri potrà ricevere un contributo aggiuntivo di 25 euro (bici tradizionale) o 20 euro (pedala assistita).

 

Come partecipare:
Dopo aver attentamente letto il bando pubblicato sul sito della Zona Ovest di Torino, potete inviare la candidatura tramite il portale pin.bike/vivo entro il 23 ottobre 2019. Ai primi 100 candidati che rispettano i requisiti richiesti sarà inviata comunicazione di esito positivo. Potranno ritirare il dispositivo Pin Bike presso i rivenditori coinvolti. I 100 selezionati potranno iniziare a pedalare e allo stesso tempo guadagnare dal 1° novembre. Un video riassume tutti gli step per la candidatura.

 

Un ulteriore step verso una mobilità più sostenibile attraverso un progetto che mira a consolidare l’utilizzo delle bici, ridurre l’inquinamento e il traffico e migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Pubblicato il 20 Ottobre 2019

Ti potrebbero interessare:

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< Novembre 2019 >>
lmmgvsd
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Scrivici: ContattiPubblicità

Segui GuidaTorino

X