Il Parco Dora di Torino: uno spazio verde postindustriale in stile “berlinese”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 6 . Media: 4,17 su 5)
Il Parco Dora di Torino: uno spazio verde postindustriale in stile “berlinese”

Tra i vari parchi di Torino ce n’è uno davvero poco convenzionale, più simile a una enorme installazione artistica a cielo aperto che a un vero e proprio parco. Però, proprio questa sua particolarità lo ha reso così speciale da diventare in poco tempo uno dei parchi più apprezzati dai giovani e anche dai meno giovani torinesi. Stiamo parlando del Parco Dora, il grande parco postindustriale della città che si estende per circa 456.000 metri quadri nell’area di Spina 3 di Torino, luogo dove fino agli anni ’90 sorgevano i grandi stabilimenti di produzione della Fiat e della Michelin.

 

Ci troviamo a cavallo tra le due sponde del fiume Dora, nel territorio delle Circoscrizioni 4 e 5 del capoluogo piemontese. Il parco, uno dei più grandi polmoni verdi della città, si è trasformato da zona industriale a area di aggregazione dove poter passeggiare, giocare, rilassarsi e praticare sport. Oggi è suddiviso in cinque lotti che portano il nome degli stabilimenti produttivi che un tempo occupavano quelle aree: Vitali, Ingest, Valdocco (che corrispondono ai tre nomi delle Ferriere Fiat che sorgevano sopra), Michelin e Mortara.

 

parco dora torino progetto

 

Nel Lotto Vitali si trova l’enorme tettoia che ospita durante l’anno numerosi eventi tra cui l’apprezzatissimo Kappa FuturFestival, il grande festival techno italiano che si svolge a Torino nel mese di luglio. Non solo eventi culturali e musicali, ma anche manifestazioni sportive poiché sotto la tettoia si trova anche uno spazio multifunzionale attrezzato con campetti da gioco (calcetto, basket, tennis, pallavolo) e una rampa per gli amanti dello skate.

 
parco dora torino sport

 

Accanto alla tettoia, imponenti si ergono i piloni delle ferriere che hanno preso il posto degli alberi in questo parco industriale. Incastonati tra le aiuole e circondati da murales colorati che si sono moltiplicati nel corso del tempo, i piloni-alberi sono uno dei simboli del Parco Dora di Torino.

 
parco dora torino tettoia

 

La street art è uno dei tratti distintivi di questo parco postindustriale torinese: sin dall’inizio hanno trovato spazio sulle vaste superfici verticali di muri, pareti e torrioni numerose opere. Tra queste il murale dedicato a Bobby Sands, inaugurato nel 2015 in occasione del 25esimo anniversario del suicidio dell’attivista e politico irlandese morto in carcere per uno sciopero della fame condotto a oltranza come protesta contro il regime carcerario riservato ai detenuti repubblicani.

 

Sullo sfondo del giardino dei piloni delle ferriere si intravede la ciminiera diventata campanile della Chiesa del Santo Volto, insolita cattedrale “industriale” costruita tra il 2005 e il 2006 e dedicata alla Santa Sindone. L’edificio religioso, inserito nel piano di recupero dell’ex area industriale Spina 3 e opera dell’architetto svizzero Mario Botta, è contraddistinto da questa vecchia ciminiera diventata una specie di campanile post-moderno in stile industriale.

 

Chiesa Santo Volto Parco Dora

 

Nel Lotto Michelin è invece conservata la Torre Evaporativa, imponente costruzione di 30 metri di altezza costruita tra la fine degli anni ’40 e gli inizi degli anni ’50 come impianto refrigerante per l’acqua utilizzata per il funzionamento di una turbina. Oggi, la torre è uno dei simboli distintivi del parco ed è spesso usata come logo nel materiale pubblicitario di eventi e manifestazioni.
 

parco dora torre evaporativa

 

Il Parco Dora è davvero un luogo particolare frutto del recupero di un’area precedentemente destinata a tutt’altro e che ben si inserisce all’interno del grande progetto di recupero di aree industriali abbandonate. Un luogo oggi di ritrovo per giovani, meno giovani, famiglie, appassionati di sport urbani come pattinaggio a rotelle e skate. Un parco diverso dal solito che vale assolutamente la pena di visitare.

 

Potrebbe interessarvi: “I 10 Parchi più belli di Torino: perdersi nella Natura a pochi passi dalla città

Segui Guida Torino su Instaram
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< Giugno 2021 >>
lmmgvsd
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4

Scrivici: ContattiPubblicità

X