Candelo: in Piemonte il “Ricetto” medievale più bello d’Italia

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Voti: 4 . Media: 4,50 su 5)

Tra i borghi più belli del Piemonte e d’Italia c’è Candelo, comune di poco più di 7 mila abitanti situato nella provincia di Biella. Il piccolo borgo piemontese è conosciuto soprattutto per il suo Ricetto medievale, una particolare struttura fortificata tipica di quel periodo storico.

 

In un’epoca di saccheggi, pericoli e incertezze, alcuni borghi (in particolare nella zona del Piemonte e dell’Europa Centrale) si erano dotati di un luogo protetto e fortificato, chiamato appunto “ricetto”, dove tenere al sicuro beni e prodotti preziosi per il sostentamento delle proprie famiglie. All’interno del ricetto, infatti, venivano custoditi i viveri come formaggi, vini, farina e cereali appartenenti al signore locale e alla stessa popolazione del luogo. In determinate occasioni, quando si presentava il pericolo di un attacco esterno, il ricetto serviva anche da rifugio per la stessa popolazione.

 

Il Piemonte ha la fortuna di ospitare uno dei ricetti medioevali meglio conservati d’Italia e d’Europa. Si tratta di un’architettura la cui costruzione è datata tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo.

 

Cinque rue (strade), in direzione est-ovest e intersecate da due ortogonali, attraversano un’area di circa 13.000 m2 dove sono stati edificati duecento edifici denominati cellule. Tutto intorno al perimetro corrono le mura di cinta con torri cilindriche agli angoli, fatta eccezione per il lato sud dove nel 1819 fu costruito, in uno stile neoclassico completamente diverso dal resto del borgo, il palazzo comunale.

 

Foto di Alessandro Pessana

 

Ricetto Candelo è un posto ricco di fascino con un’atmosfera particolare e una storia lunga: un luogo unico nel suo genere dove fare un tuffo indietro nella storia di mille anni.

 

Le cellule non sono mai state adibite ad abitazioni e ancora oggi vengono utilizzate dai vari proprietari (abitanti di Candelo e associazioni) come ritrovo in famiglia o tra amici o per ospitare attività enogastronomiche e laboratori creativi di artigianato. Al suo interno si trovano varie botteghe d’arte, un piccolo museo di cucina e pasticceria e un altro museo del paesaggio naturale e storico della vitivinicoltura.

 

Durante tutto l’anno la Pro Loco di Candelo organizza, su prenotazione, visite guidate in italiano e altre lingue (inglese, francese, tedesco, olandese e lingua dei segni) e laboratori didattici per gruppi e per le scuole per far conoscere i segreti, le curiosità e altri aspetti meno conosciuti di questa piccola perla piemontese.

 

Foto di Mostacchi.angelo

 

Diverse sono inoltre le manifestazioni organizzate in vari periodi come: la Festa di Sant’Antonio, con sfilata di cavalli e carrettieri, nel mese di gennaio; il Carnevale Storico; il Maggio musicale con concerti di musica classica nelle strade del Ricetto; il Presepe Vivente e il mercatino durante il periodo natalizio.

 

In virtù della sua posizione strategica e difensiva, Ricetto offre ai visitatori anche una straordinaria vista panoramica verso nord sull’intero comprensorio delle Prealpi biellesi e verso sud sulla Riserva naturale delle Baragge.

 

Per maggiori informazioni o per fare una visita guidata, potete consultare il sito ufficiale della Pro Loco di Candelo.

Ti potrebbero interessare:

Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino
Iscriviti Gratuitamente alla Newsletter di Guida Torino

Calendario Eventi

<< Novembre 2019 >>
lmmgvsd
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Scrivici: ContattiPubblicità

Segui GuidaTorino

X